News
Now Reading
Kingston HyperX: il disco SSD che fa rinascere un MacBook Pro 2008
0

Kingston HyperX: il disco SSD che fa rinascere un MacBook Pro 2008

da Thaddeus2013/09/18

Il MacBook Pro, pur essendo un Mac, invecchia. Triste realtà ma vera, e dopo qualche anno, corposi aggiornamenti dei sistemi operativi, svariati test di software di pulizia e aumenti spropositati di ram, gli acciacchi si cominciavano a sentire. Fiducioso ma non troppo nell’avvento degli SSD ho deciso con il benestare della casa produttrice di testare il disco Kingston HyperX 3K, e i risultati vi sorprenderanno come hanno sorpreso me!

PACKAGE

Package

Package

L’SSD Kingston HyperX è presentato in un package quadrato e basso, molto aggressivo come colori e grafica in modo da rispecchiare la potenza delle prestazioni. Sono elencate le principali caratteristiche: innanzitutto il taglio che in questo caso è di 240Gb, poi la velocità di in lettura di 555mb/s e in scrittura di 510mb/s.

All'interno della confezione

All’interno della confezione

All’interno troviamo il libretto di istruzioni, l’hard disk e il kit di montaggio comprensivo di viti, utile nel caso si voglia montare il disco in un case notebook o desktop (ma in questo caso non è servito).

MONTAGGIO

Il confronto con il disco originale

Il confronto con il disco originale

Sebbene le dimensioni a confronto con il disco originale siano praticamente identiche e gli attacchi sata siano perfettamente compatibili, il montaggio all’interno dello slot lascia qualche millimetro di spazio sul lato lungo dell’SSD, ma basta un pò di spessore creato con del cartoncino piegato o con altri espedienti a risolvere il problema e incastrarlo perfettamente. Il kit di montaggio che viene fornito non è compatibile con questa versione del Mac, e risulta più adatto per l’utilizzo si desktop.

Il disco nel nuovo alloggiamento

Il disco nel nuovo alloggiamento

PRESTAZIONI

Passiamo però alla parte fondamentale della recensione, le prestazioni del disco. La prima cosa che ho fatto è stato ripristinare il backup da Time Machine per avere un disco con le stesse applicazioni e lo stesso spazio occupato. La bellezza del Mac è proprio questa … un paio di ore ed è come se il computer non fosse mai stato cambiato! Le prestazioni dell’HD originale, un Hitachi da 320GB e 7200rpm, sono le seguenti:

[box_light]215+0 records in
214+0 records out
224395264 bytes transferred in 5.011403 secs (44776936 bytes/sec)
real 0m5.093s
user 0m0.002s
sys 0m0.313s

Ecco le prestazioni misurate con il software Blackmagic Disk Speed Test

Prestazioni col disco originale

Prestazioni del disco originale

[/box_light]

Come potete ben vedere siamo ai limiti della decenza, la velocità di lettura e scrittura sono davvero basse e le possibilità di elaborare formati video ad alta definizione sono praticamente pari a zero! Aggiungo che i tempi di accensione e spegnimento erano davvero biblici.

Ecco invece cosa succede con il nuovo disco SSD, il Kingston HyperX.

[box_light]

024+0 records in
1024+0 records out
1073741824 bytes transferred in 4.748194 secs (226136891 bytes/sec)
real 0m4.756s
user 0m0.003s
sys 0m0.952s
Prestazioni con disco SSD

Prestazioni del Kingston HyperX

[/box_light]

Siamo praticamente in un altro mondo, praticamente il quarduplo della velocità misurata in precedenza, e l’immagine e i valori riportati parlano molto più chiaramente di quanto possa spiegare.

Al di là delle misurazioni software le mie impressioni hanno davvero superato tutte le aspettative, e premetto che ho aspettato qualche mese prima di scrivere questa recensione per capire se le prime impressioni si mantenessero costanti nel tempo. Se prima l’accensione del computer e l’avvio del sistema operativo richiedeva circa 4 minuti, adesso in 30 secondi sono pronto a lavorare. Abituato ad utilizzare programmi di grafica del calibro di Photoshop ed Illustrator il salto di qualità e velocità del lavoro è aumentato considerevolmente! L’utilizzo di iPhoto per l’archiviazione delle fotografie che stava diventando sempre più lento ora è diventato un piacere. Lo spegnimento e i riavvio sono pressoché immediati.

Insomma, il Mac Book Pro del 2008 è completamente rinato, e se fino a qualche mese fa si faceva spazio l’idea di acquistare un nuovo Mac, adesso potrò utilizzare il mio vecchio compagno di avventure per qualche altro annetto!

PREZZI

Il disco SSD Kingston HyperX è presentato in diversi tagli: 120GB, 240GB, 480GB. Maggiori informazioni e specifiche tecniche le trovate sul sito ufficiale della Kingston. Quanto sareste disposti a pagare per un prodotto del genere? Bene, a sorpresa posso assicurarvi che il prezzo di questo SSD nel taglio di 240 GB e a dispetto delle sue prestazioni è davvero basso, infatti lo trovate con una semplice ricerca tra i 170 e i 210 euro. Inoltre basta fare un giro tra i migliori siti di benchmark per capire il successo e l’approvazione ottenuti da questo prodotto in termini di qualità/prezzo.

Si, un acquisto che personalmente non dubiterei a rifare!

Cosa ne pensi?
Lo voglio
0%
Cool
0%
Mah!
0%