Nerd
Now Reading
SANDISK SSD PLUS & ULTRA 3D – RIDARE VITA A UN PC | RECENSIONE
1
Review

SANDISK SSD PLUS & ULTRA 3D – RIDARE VITA A UN PC | RECENSIONE

da 2018/03/11
Dettagli
Specifiche tecniche

Formato: 2.5" x 7mm
Interfaccia: SATA 3 (6gb/sec)
Tecnolodia:
SLC (SSD Plus)
3D NAND (SSD Ultra 3d)

Compatibilità

PC & Mac

Prezzo

SSD Plus - 250gb: 70€
SSDUltra 3D - 240gb - 85€

Aspetti positivi

+ entrambi veloci
+ entrambi affidabili e duraturi
+ entrambi in una fascia di prezzo molto accessibile

Aspetti negativi

- nulla da segnalare

Voto
Voto staff
Voto utenti
Vota qui
Funzionalità
90%
11%
Costo
95%
20%
Qualità
90%
25%
In breve

Entrambi i drive sono di ottima qualità nella loro fascia di prezzo. Li consiglio entrambi se si vuole ridare vita ad un vecchio PC senza spendere una fortuna. I due drive possono essere acquistati online a prezzi che si aggirano sui 70€ per SSD Plus e 85€ per SSD Ultra 3D (rispettivamente versioni da 250gb e 240gb). La differenza di prezzo è circa pari, percentualmente, alla differenza del tempo di avvio rilevati su un vecchio PC. L'ordine di grandezza del miglioramento di prestazioni rispetto al drive classico è in entrambi i casi di circa 10 volte la velocità iniziale. Da qua... A voi la scelta, sapendo che in entrambi i casi non sarà un errore. 

92%
Voto staff
19%
Voto utenti
1voto
Hai votato questa

Ciao a tutti amici di iGadgets, oggi parliamo di Sandisk e dei suoi SSD. In particolare, come da titolo, abbiamo avuto modo di testare un SSD Plus  un 3D Ultra, prodotti che si collocano in fascia entry level, studiati appositamente per uso home, per ridare vita ad un vecchio PC o per trasformare le prestazioni di PC di fascia bassa.

 PACKAGE
Per entrambi i prodotti abbiamo una confezione in cartone molto semplice, al cui interno abbiamo l’SSD ed uno spessore in plastica, che serve per adattare l’unità a vecchi alloggiamenti per dischi di 9mm di spessore.

 CARATTERISTICHE
I due drive sono entrambi in formato 2.5″ e 7mm di spessore. Entrambi sono forniti di connettore SATA, in particolare parliamo di SATA 3, fino a 6gb/sec, comunque compatibile con il predecessore SATA 2, la cui velocità di trasferimento dati è la metà.
Come vediamo, all’apparenza, i due dischi sono molto simili, andiamo ora a vedere le differenze.

Sandisk SSD Plus

Si tratta di un drive con tecnologia SLC, ovvero Single Level Cell. Non voglio andare nel tecnico, per cui mi limito a dire che si tratta di una tecnologia che fino a qualche anno fa era la più costosa e la più affidabile. Con l’uso sempre più comune degli ssd, anche questa tecnologia è diventata alla portata di tutti.
La velocità dichiarata è 530 MB/sec in lettura e 440 MB/sec in scrittura, che ha trovato un riscontro pressochè reale con i nostri test.
Nei test di lettura e scrittura sequenziale rileviamo rispettivamente 510MB/sec e 425MB/sec. Le prestazioni in lettura e scrittura di file piccoli (test 4K, in cui vengono letti e scritti, in posizioni casuali, file singoli di 4k) non sono così brillanti, abbiamo rilevato valori di circa 30 MB/sec in lettura e di quasi 90MB/sec in scrittura.

Sandisk SSD Ultra 3D

Questo drive, a differenza del Plus, si basa su una tecnologia simile alla TLC (Triple Level Cell), rivista e raffinata da Sandisk e rinominata come 3D. La tecnologia TLC era, fino a qualche anno fa, propria degli SSD “economici”. La durata era inferiore, in quanto in ogni cella erano stoccati il triplo numero di bit rispetto ad SLC. questo comportava un numero maggiore di accessi alla singola cella nella vita del drive. La tecnologia 3D NAND, insieme all’evoluzione di questo sistema di stoccaggio, hanno annullato questo gap, ed hanno sfruttato l’architettura per migliorare alcuni tipi di prestazione.

Parlando di prestazioni, Sandisk dichiara per questo drive 560 MB/sec in lettura e 530 in scrittura. Anche questa volta i nostri risultati sono abbastanza in linea con quanto dichiarato. I test di lettura e scrittura sequenziali restituiscono 510MB/sec in lettura e 390MB/sec in scrittura. Buoni i test 4K, dove rileviamo quasi 40MB/sec in lettura e circa 80 in scrittura. Il valore di questo tes in lettura è molto significativo per quanto riguarda l’avvio del computer e delle applicazioni, in quanto in quelle fasi vengono caricati piccoli file, driver e quant’altro, che sono in genere di piccola dimensione ed allocati in aree diverse del drive.

Come abbiamo visto, nonostante le differenze di architettura, le prestazioni dei due drive sono molto simili. Oltre ai benchmark, effettuati su un PC recente, con interfaccia SATA 3 (quindi con tutta la banda disponibile, fino a 6 gb/sec), i due dischi sono stati provati sun un vecchio Sony Vaio (circa 8 anni di vita). Il PC ha subito in entrambi i casi un cambio evidente di prestazioni, sia all’avvio che durante l’utilizzo.
Prima del cambio, il PC impiegava oltre 5 minuti ad avviarsi. Con la sostituzione del drive abbiamo cronometrato circa 29 secondi per l’avvio completo (da pressione del tasto power alla possibilità di poter lavorare) con L’SSD Plus, e di 23 secondi circa per l’Ultra 3D.
I risultati di questo test sembrano rispecchiare quanto promesso dalle due tecnologie.

 CONCLUSIONI
Da quanto scritto sopra potete trarre da soli le conclusioni. Già personalmente avevo testato la bontà di un upgrade di drive su un mio PC, e posso tranquillamente dire che passare da un disco classico ad un SSD sia la prima cosa da fare per vedere risultati concreti. Questi due prodotti hanno ulteriormente confermato questa cosa.
Entrambi i drive sono di ottima qualità nella loro fascia di prezzo. Li consiglio entrambi se si vuole ridare vita ad un vecchio PC senza spendere una fortuna. I due drive possono essere acquistati online a prezzi che si aggirano sui 70€ per SSD Plus e 85€ per SSD Ultra 3D (rispettivamente versioni da 250gb e 240gb). La differenza di prezzo è circa pari, percentualmente, alla differenza del tempo di avvio rilevati su un vecchio PC. L’ordine di grandezza del miglioramento di prestazioni rispetto al drive classico è in entrambi i casi di circa 10 volte la velocità iniziale. Da qua… A voi la scelta, sapendo che in entrambi i casi non sarà un errore.

 

Cosa ne pensi?
Lo voglio
0%
Cool
0%
Mah!
0%
  • rokenalcoholdrugs
    il 2018/03/19 alle 21:26
    Aspetti positivi

    Se vuoi usa il mio è Q5JR. Grazie mille

    Aspetti negativi

    Se vuoi usa il mio è Q5JR. Grazie mille

    Se vuoi usa il mio è Q5JR. Grazie mille

Lascia una risposta

Funzionalità
Costo
Qualità